lunedì 31 marzo 2014

Un oggetto fatto a mano è unico al mondo #eitcraftivism

In questo mese mi è capitato più volte di ripensare al concetto di "fatto a mano". Durante il mese mi sono dedicata in diverse occasioni infatti a diffondere il craftivism, o detta in italiano l'attivismo fatto a mano, e mi sono ritrovata quindi a riflettere su ciò che è fatto a mano e ciò che significa.


E penso che non ci sia stato modo migliore per concludere il mese se non dedicandolo a quello che più di tutti è fatto a mano con impegno e gioia, è cioè il luogo in cui si vive.


Perchè anche se case, edifici e costruzioni sono fatte dalle macchine, dietro ci saranno sempre mani che le guidano e che spiegano come creare qualcosa, dal più piccolo foglio scritto a mano fino all'edifico da ricostruire.


Dedicando inoltre parte del mio lavoro con i gioielli fatti a mano a raccogliere fondi per aiutare la mia terra (ho già raccolto più di 25 euro e continuerò a raccogliere il 5%, non smetterò mai di dire grazie a chi mi sta aiutando comprando un mio gioiello!) per me ormai è imprescindibile legare ciò che creo al mio territorio, che è ancora ferito ma che pian piano si sta ricostruendo, come nel caso della nuova multiarea finalese, già la via in cui si trova spiega tutto, viale della rinascita.


In questa area si trovano gli uffici dei servizi sociali ma soprattutto ci sono spazi dedicati a conferenze, incontri, spazi per i bambini, la sala consigliare e la biblioteca "Giuseppe Pederiali".


Se penso alla vecchia sede della biblioteca subito penso a ore e ore sui libri a studiare, in mezzo a studenti di tutte le età, bimbi che urlavano mentre le mamme sceglievano i libri per loro, signore che parlavano nonostante i cartelli di silenzio, gente che vagava in mezzo ai tavoli osservando gli scaffali e cercando il libro che li ispirava di più.. tra tutti i disagi dovuti al terremoto ammetto che la biblioteca era il luogo che mi mancava di più, perché è quel luogo sociale in cui sei in mezzo agli altri però allo stesso tempo non sei costretto per forza a parlare, è normale stare silenzio in mezzo ai libri e leggere e spesso mi bastava questo nelle mie infinite giornate di studio, compagnia e silenzio nello stesso tempo.


E da ieri quindi questo luogo è tornato, nuovo, più grande e con tante novità come per esempio un murales al centro della biblioteca realizzato da Alessandro Sanna, tanto che quasi mi verrebbe voglia di ricominciare a studiare per tornare a sedermi in mezzo ai libri!
Ho scelto quindi per questo post tra le diverse frasi dedicate all' #eitcraftivism "Un oggetto fatto a mano è unico al mondo" perchè l'unicità e la gioia che può dare qualcosa di fatto a mano è per me qualcosa che nasce principalmente dallo scopo per cui si crea un oggetto, sia un piccolo gioiello da indossare ma non solo, anche lo spazio che ci circonda può essere fatto a mano, fatto su misura per noi e per chi verrà in futuro.

Buon inizio settimana e se volete raccontatemi nei commenti cos'è per voi un oggetto fatto a mano, il mese dedicato dall'Etsy italia team al craftivism è finito ma non finirò di sicuro di parlare di fatto a mano, sono curiosa di sapere quindi cosa ne pensate!!