venerdì 27 dicembre 2013

Thank God it's crafty #15 - Welcome 2014!

Una foto.
Una creazione.
Una ispirazione per l'anno nuovo.



Buona fine 2013 e felice 2014 pieno di amore e colori come questo calendario!


giovedì 19 dicembre 2013

Propositi di fine anno

In questo periodo sto cercando di analizzare le cose che ho realizzato fino ad ora cercando di creare qualcosa di nuovo ma simile alle cose già fatte. 


 E intanto sperimento altre cose, oppure rinnovo cose già fatte a cui ho dato finalmente uno scopo che non aveva appena create.


Penso che ormai io sia arrivata a un punto in cui non posso semplicemente condividere ciò che creo descrivendo cosa ho fatto ma devo anche trovare il modo di descrivere cosa penso su ciò che creo, perchè non è solo mio ma diventa degli altri quando passa da internet o arriva in mano a qualcuno che ha deciso di avere un gioiello creato da me.

E sto cercando di raggruppare le mie mille idee e pensieri e fare finalmente qualcosa di chiaro e determinato, senza perdermi in cose inconcludenti ma concentrandomi sulle cose buone e fatte bene.

Forse questo post è più per me che per voi ma volevo mettere per iscritto questi pensieri e mostrarvi che sto pian piano cercando una mia via e un mio modo unico di creare scrivendo questa sorta di proposito per l'anno nuovo, questa volta però voglio che sia parte di questo anno, in modo da non lasciare i propositi in un futuro che magari non accadrà mai.
 

E intanto continuo a sperimentare, a creare e migliorare, perchè so che è quello che mi riesce meglio.

venerdì 13 dicembre 2013

Thank God it's crafty - Lista dei regali #13 #handmaderevolution

Una foto.
Una creazione.
Una ispirazione per le feste.

http://www.etsy.com/listing/169257017/tiny-journal-christmas-sticker-star?ref=related-5 

Se dovete ancora scrivere la wish list dei regali eccovi un suggerimento su dove scriverla!
Buon weekend!!


mercoledì 11 dicembre 2013

Albero di Natale 2D

Quando ormai tutto è 3D, film, stampanti..e il mio albero di Natale invece?
No, è in 2D!


Tutto è nato perchè volevo decorare per Natale anche il vetro che separa le rampe di scale dal salotto (l'idea del vetro è nata per evitare di dover mettere per forza un muro per dividere le scale dal salotto, un'idea originale e così entra molta più luce!) e pensa che ti ripensa ho voluto usare uno degli strumenti craft più diffusi attualmente: le washi tape!


Ho quindi utilizzato una washi tape con tanti pallini colorati cercando di fare un albero stilizzato (per evitare grossi calcoli geometrici) e ho aggiunto dei simpatici fiocchi di neve in feltro comprati alla fiera Curiosa di Modena (ormai è la mia fiera per i regali, ci sono sempre dei meravigliosi stand di creazioni fatte a mano ma soprattutto ci sono tanti stand di roba da mangiare e da bere!)
Come vi sembra? 
In fondo è un modo semplice per decorare dei vetri, che siano vetroni come questo o finestre, poi il bello delle washi tape è che non lasciano residui di colla e quindi si può attaccare e staccare tante volte senza sporcare!
Potete ovviamente prendere spunto da questa idea magari creando piccoli alberi sulle finestre, se li fate mandatemi la foto che sono curiosa!
ciao ciao!

domenica 8 dicembre 2013

Thank God it's crafty - Preparando l'albero #12 #handmaderevolution

Una foto. 

Una creazione.

Una ispirazione per le feste.

http://www.alittlemarket.it/accessori-casa/coppia_pupazzi_di_neve_con_sciarpa_e_campanello-6257407.html
 Piccolecose - Coppia Pupazzi di neve con sciarpa e campanello

Questa settimana arrivo con un po' di ritardo con la mia rubrica e quindi l'ho modificarla un po' in occasione delle feste, chissà quanti oggi si sono dedicati alle decorazioni natalizie e oggi pomeriggio oltre a decorare finalmente casa mia decoro anche il blog con questi dolci pupazzi di neve!

Buona domenica!

mercoledì 4 dicembre 2013

Ogni oggetto ha una vita..o forse due..

Mi sa che è passato troppo tempo dall'ultima volta che ho mostrato qualcosa di nuovo qui in questo blog. Di nuove creazioni ne ho da proporvi, solo che spesso non trovo mai il modo giusto per presentarvi queste novità.

 Questo perchè non sono mai riuscita a mostrare qualcosa di mio senza spiegare cos'è, come ho fatto a farlo, perchè l'ho fatto, ecc. Lo scopo di questo blog è sempre stato quello di condividere con chi desiderava leggermi tutto ciò che faccio, come l'ho fatto e anche gli sbagli che ho fatto e quindi per me è impossibile mostrarvi qualcosa di nuovo se non raccontando la sua storia.


Per esempio questo semplice anello in rame, non è un semplice e solo anello in rame, era un manicotto da idraulico, so come si chiama solo perchè c'era scritto sul sacchetto che lo conteneva e l'ho trovato in un reparto di idraulica...ma appena visto per me ovviamente non era più un manicotto, doveva diventare qualcosa d'altro, e dopo aver imparato pian piano a usare il seghetto ho ricavato dal manicotto una sottile striscia di rame, levigata per bene e adatta a diventare finalmente quello che in inglese si chiama knuckle ring, cioè anello da nocca.

https://www.etsy.com/it/listing/170618642/anello-da-nocca-in-rame-riciclato?ref=shop_home_active

La cosa strana è che questo pezzetto semplice di rame poteva benissimo finire in mano a chi sapeva giustamente usarlo per la sua destinazione d'uso principale, mentre nelle mie mani dopo averlo studiato e lavorato è diventato un anello, non solo le persone vivono vite diverse a seconda delle scelte che si fanno, anche gli oggetti in certi casi vivono diverse vite. Potete trovarlo quindi su Etsy e fargli magari vivere una nuova vita da anello ma in mani nuove che lo indosseranno!
Ciao!

P.S. se qualcuno per caso sa per quale motivo le mie foto risultano più grigie anche se le carico attraverso Picasa mi fa un favore, non capisco cosa succeda quando le carico, uffi!


venerdì 22 novembre 2013

Thank God it's crafty #10 #handmaderevolution

Una foto. 
Una creazione.
Una ispirazione per il weekend.

http://www.etsy.com/it/listing/127480309/bambola-in-costume-sardo-adelasia-sposa?ref=shop_home_active

 Buon weekend a tutti e soprattutto a chi non ha vissuto una buona settimana in Sardegna, visto che quando è toccato alla mia zona gli aiuti via web sono stati tanti e diretti spero nel mio piccolo di aiutare ricordando a chi si vuole muovere di contattare direttamente chi già è sul posto ed è conosciuto e affidabile. Per le donazioni fate magari riferimento direttamente ai comuni, ad esempio a questo link trovate il sito del comune di Olbia con tutte le informazioni per donare e raccogliere materiale utile da mandare a chi ne ha bisogno.
Grazie e forza, il sole torna sempre!

mercoledì 13 novembre 2013

Qualità

Nel mio percorso formativo mi sono ritrovata davanti a questa parola diverse volte e ancora adesso mi sto trovando ad affrontare questo tema legato a norme o direttive da seguire in certi settori della produzione.

In certi casi la qualità è un obbligo per garantire un buon prodotto ai clienti, soprattutto nei settori riguardanti la salute, ma per tante altre categorie sembra sempre un fattore secondario, quasi non determinante ai fini della soddisfazione di chi acquisterà quel prodotto.

https://www.etsy.com/it/listing/166917770/orecchini-nobuki-con-mezzi-cristalli?ref=shop_home_active

Invece se penso a una parola quando guardo un oggetto fatto a mano che mi piace la parola qualità viene da sè: un oggetto artigianale fatto bene, con buone materie prime e con una bella idea è implicitamente di qualità, sapere che è stato fatto a mano implica che tutto il lavoro e l'attenzione dedicati a realizzare quell'unico oggetto mirano a creare qualcosa di qualità e dedicato alla persona che lo riceverà e saprà capirne il valore.



https://www.etsy.com/it/listing/166917770/orecchini-nobuki-con-mezzi-cristalli?ref=shop_home_active 

Ed è alla qualità che cerco di mirare ogni volta che modifico magari il metodo di lavorare un filo di rame, le volte che sperimento qualche nuova tecnica, le volte che sbaglio e voglio capire dal mio errore per non farlo più e fare meglio la prossima volta.

Perchè ho capito che la qualità non è solamente un buon risultato, ma è imparare dagli errori e cercare di farne sempre di meno in futuro.

Spero vi piacciano questi nuovi Nobuki, vi ho mostrato quelli con i mezzi cristalli arancioni ma ne trovate di altri colori su Etsy e prossimamente anche su ALittleMarket
Ciao!





lunedì 28 ottobre 2013

Comunicazione non verbale

Ci sono frasi che non ti aspetti e che ti fanno rendere conto di ciò che sapevi già ma ancora nessuno te l'aveva fatto notare.


Qualche giorno fa il mio moroso mi dice semplicemente questo: " ho letto il post su Milano nel tuo blog, non sembri neanche tu"
..la frase subito mi è sembrata strana, anche perchè lo ammetto, io di questo blog ho parlato raramente a famigliari, amici, ecc. non so ancora bene perchè, forse perchè è una cosa mia. 
Ma dopo questa frase ho risposto al mio moroso "è che riesco a esprimermi meglio quando scrivo" e senza volere ho detto a voce una cosa che mai mi ero resa conto saper fare, e cioè che ho sempre avuto più facilità nella comunicazione non verbale rispetto al parlare e comunicare a voce i miei pensieri e ciò che conosco.

Questo è quello che sono fin da piccola, da quando a 4 anni ho iniziato a ballare e per tanti anni ho fatto saggi e spettacoli senza troppa agitazione o panico da palcoscenico, mentre invece durante le interrogazioni o gli esami orali all'università la voce calava se non bloccarsi quando la domanda era difficile e non sapevo come partire a spiegare ciò che sapevo.


E la stessa cosa capita con le mie creazioni, sembra una constatazione ovvia dire che nelle mie creazioni c'è qualcosa di me ma è così, è il mio modo di raccontarmi e esprimermi tramite metallo pietre e perline, ogni creazione è nata da qualcosa che ho visto, che ho imparato, che voleva diventare reale da un mio pensiero per condividerlo con tutti.
Ed è per questo che scrivo qui, in fondo blog o web-log significa "diario in rete" e questo è sempre stato il mio diario creativo e personale insieme, raccoglie tutto ciò che non sono mai riuscita a dire a voce ma che ho sempre voluto dire.

P.S. Si, nelle foto sono io, o meglio ci sono dietro ai miei capelli e alla maglia color tortora, e ci sono anche le mie nuove collane di perline, se vi piacciono sono su Etsy e su Alittlemarket!

venerdì 18 ottobre 2013

Thank God it's crafty #5

Una foto. 
Una creazione.
Una ispirazione per il weekend.
 
 
Da oggi e fino a Natale mi associo alla maratona handmade di VereV con il tag #handmaderevolution per darvi delle idee regalo in vista del Natale (e non solo!) e per ricordarvi soprattutto che dietro ad ogni creazione e foto ci sono persone che con passione e pazienza hanno creato quell'oggetto, che l'hanno fotografato, descritto, pubblicato on-line e che magari guadagnano qualcosina dalla vendita di questo oggetto ma che guadagneranno soprattutto in gioia nel poter offrire un pezzetto di loro a una persona che magari non vedranno mai ma che ha apprezzato il lavoro fatto. 
Se c'è una cosa che sapevo ma che ho verificato sempre di più in questi giorni è che condivisione e rispetto funzionano on-line e creano rapporti che continuano off-line e diventano veri rapporti di amicizia tra chi crea ma anche con chi visita le nostre pagine e magari ha anche comprato qualcosa, ed è bello pensare che tutto questo possa in futuro rivoluzionare il pensiero delle persone fino ad arrivare a cambiare anche solo un po' la nostra società che pensa solo a consumare e a gettare via le cose senza dare loro la giusta importanza.
Buon fine settimana!

mercoledì 16 ottobre 2013

Ear cuff: trend del 2013?

Per caso qualcuno si ricorda di questo post
Sono passati più di due anni dal mio primo post dedicato agli ear cuff, è cioè tradotto alla buona gli abbraccia orecchio. Due anni fa quando scoprii questi orecchini erano già diffusi da tempo on-line e infatti ne avevo già trovati molti in giro per i siti americani, ma off-line non ne avevo ancora visti (almeno non fatti da me!). 

Emma Watson che indossa un ear cuff in oro e diamanti (argh!) - Fonte: cosmopolitan.co.uk

 Solo da quest'anno ho potuto verificare sia nelle riviste di moda sia dal vivo che finalmente sembrano diffondersi anche in Italia (per ora li ho visti da H&M sia con l'anello singolo sia con la catena che termina in un orecchino a perno).


Ear cuff H&M - Blanc section blog

Addirittura gli ear cuff sono stati inseriti tra i trend dell'estate e i trend 2013, ammetto di conoscere poco di moda e affini e di non amare molto queste definizioni ma se servono per far conoscere meglio una tipologia di gioiello che mi sta molto a cuore perchè no, che trend sia!

Nessuna attrice o blogger famosa, sono io la proprietaria di questo orecchio!

Da quando conosco questi orecchini però per me sono diventati il trend di ogni stagione, perchè ne esistono di semplici, di complicati, di leggeri, di esagerati..insomma, ogni orecchino ha il suo stile e il più delle volte non serve neanche avere i buchi, basta un orecchino da abbracciare!
E qualcuna/o di voi li ha notati in giro, in vendita o indossati? 
Ciao ciao!

lunedì 14 ottobre 2013

Milano: scienza, creatività e craft camp 2013

Eccomi qui davanti al computer che cerco di mettere nero su bianco quello che ho visto, vissuto, imparato in due giorni a Milano, ce la farò?

Angolo free craft aka Il paradiso dei supplies!
 Intanto parto con le spiegazioni: il weekend appena passato è stato dedicato al craft camp 2013, evento organizzato dall'Etsy Italia team e dedicato a tutto ciò che attualmente viene definito movimento dei makers, crafters, handmade, cioè tutto ciò che è lavorare a mano con passione e condivisione. 

In giro per una Milano notturna

Ho unito però questa fantastica occasione con una mini visita di Milano, durata il tempo di una serata in giro per le strade trafficate di Milano cercando una pizzeria senza glutine per il mio moroso (il celiaco è stato contento ma io di più, la pizza con glutine era qualcosa di fantastico!) e una mattina dedicata a una delle mete che da sempre erano nella mia lista di posti da visitare: il museo nazionale della scienza e della tecnologia "Leonardo da Vinci", una tappa per me obbligatoria per chi ama la scienza, la tecnologia e sapere come funziona il mondo che ci circonda.

Workshop con Gaia Segattini

Ma l'occasione principale è stato il craft camp dove ho partecipato anche a due workshop pratici, il riciclo creativo di Gaia Segattini e la stampa con i Lumi tenuto da Ireneagh. Ho iniziato a scrivere da qualche minuto ma ancora non so definire cosa ho dentro di me dopo questo craft camp, posso solo descrivervi un po' cosa ho visto e imparato: ho rivisto membri del team e altri li ho consciuti finalmente dal vivo (ho combattuto a fatica con la mia timidezza e fatto esercizio mentale associando facce e shop!); ho parlato di ciò che normalmente faccio da sola e che raramente condivido al di fuori dal web; ovunque c'era qualcuno che lavorava con l'uncinetto, con la carta, con i colori, cucendo, fotografando; ho ascoltato presentazioni e workshop teorici interessanti e che mi hanno fatto partire nei miei ragionamenti mentali senza freni; ho imparato che si può colorare i tessuti con il sole (quanto c'è, mannaggia alla giornata uggiosa..) e che da una calza può nascere un gatto hipster (che dite, lo chiamo Groucho?) 
 


Ci sono tante altre cose che potrei provare a raccontare ma proprio non riesco, sarà perchè con le parole sono relativamente capace (soprattutto dal vivo) sarà anche che ho assorbito talmente tante idee, parole, creazioni, suggerimenti, che sono ancora ripiena e forse devo ordinare bene il tutto prima di riuscire a definire bene tutto. So solo che eventi del genere sono rigeneranti, mi ha fatto bene passare questi due giorni immersa tra persone che vivono il fatto a mano come lo vivo io e si impegnano molto più di me nel condividerlo, persone che mi hanno trasmesso una carica e una voglia di fare che spero mi rimanga attaccata per tanto tempo. Anche la mattinata passata nei padiglioni del museo della scienza è stata una full immersion di creatività e impegno, vedere descritta la storia di tante persone ci hanno cambiato la vita lavorando e studiando idee utili per la comunità (qualche nome: Giulio Natta, Ernest Solvay,  Leonardo da Vinci, Guglielmo Marconi..) mi fa capire quanto sia importante essere creativi e che la creatività e la manualità sono importanti in ogni lavoro, solo così si riesce a far nascere qualcosa di unico..e mi sono imbattuta in questo angolo della sezione dedicata alla chimica che riassume questo pensiero e che d'ora in poi diventerà il mio motto:


Sarà vero che mi credo creativa come un artista? 
Dopo questo weekend penso proprio di sì, e spero di dimostrarlo sempre di più in qualunque cosa farò nella mia vita.

Un abbraccio gigante (se volete ve lo dà Groucho!) a chi ha partecipato al craft camp, a chi lo ha organizzato (complimenti!), a chi ha contribuito, e a tutte le persone che credono nella creatività e nell'artigianalità. 
E adesso vi saluto..mi devo mettere al lavoro, ho mille idee da concretizzare!
Ciao!

venerdì 11 ottobre 2013

Thank God it's crafty #4

Una foto. 
Una creazione.
Una ispirazione per il weekend.


Buon weekend e se ci siete ci vediamo al Craft camp organizzato dall'Etsy Italia team a Milano!
Ciao!

lunedì 7 ottobre 2013

Evitare di scegliere (vedi: come farsi in casa il lampadario!)

Io sono indecisa, ma tanto, cosa che anche quando mi sono decisa se mi dicono "c'è anche in questi colori" mi aprono ancora altri mille dubbi e ci metto altre ore a decidere..e di dubbi ne nascono molti quando cerchi oggetti come un lampadario giusto per il salotto..lo so che ci sono scelte più determinanti nella vita, ma quanto ti danno così tante opzioni è come non averne nessuna e il mio cervello va in pappa..


Ma a cosa serve perdere ore e ore su Pinterest se non a aiutarti in queste occasioni? 
Tra le diverse idee fai da te per la casa mi aveva sempre colpito l'effetto di un lampadario fatto con dei semplici bicchieri di plastica, e quindi perché non provare?



Diciamo che si vede e tanto che sono biccheri, ma l'effetto che fa la luce con questa quasi palla è proprio quello che cercavamo senza bisogno di girare per negozi e dover scegliere uno fra i tanti lampadari che esistono! 
Ed è veramente semplice da fare, o almeno, è facile la parte che ho fatto io e cioè attaccare tutti i bicchieri, per montare una specie di struttura in fil di ferro per la lampadina e attaccarla ai fili elettrici chiedete al mio moroso!
Ciao ciao!!


venerdì 27 settembre 2013

mercoledì 25 settembre 2013

Pin contest Abilmente - Bracciale in lana

Conoscete la fiera Abilmente
Qualcuno di voi c'è stato? 
Ecco, io mai..e mi piacerebbe tanto andarci!
E quindi perchè non approfittare di un contest che ti fa vincere i biglietti per entrare ad Abilmente, che me la lascio scappare così? 

Le cose da fare sono semplici, devo scrivere un post su una mia creazione, mettere belle foto e pinnarle cioè aggiungerle nella board di Pinterest dedicata al concorso e alla tecnica che ho scelto..ma cosa fare? Maglia, home decor, cucito..uno peggio dell'altro, non so più se so ancora fare dritto e rovescio, figuriamoci cucire o creare qualcosa per la casa..però l'uncinetto lo so usare, sempre a mio modo e cioè meno punti complicati ci sono meglio è..



e quindi ecco l'occasione migliore per tirare fuori una delle tante idee che rimangono lì a stagionare in testa, ci pensi ci pensi e poi non le fai mai..perchè non fare un bel bracciale veloce all'uncinetto?


Questo bracciale è veramente veloce, forse c'ho messo di più a capire il diametro da cui partire ma dopo è solo un continuo di maglie basse lavorate stile amigurumi quindi evitando di aggiungere la catenella ad ogni giro. Poi arrivata a un altezza che mi piaceva l'ho piegato e ho cucito i due capi con una maglia bassissima e chiuso il tutto. Il colore di questa lana poi lo adoro, è un bell'arancione caldo che chiamo color zucca perchè è proprio lo stesso colore delle zucche di Halloween!


..il brutto è che ho già visto tante creazioni stupende nella board dedicata al crochet, lo so che non posso competere..ma dovevo almeno provarci!
ciao ciao!


venerdì 20 settembre 2013

Thank God It's Crafty #1

Una foto. 
Una creazione.
Una ispirazione per il weekend.



Era da tanto che volevo tornare a fare una rubrica come si deve e questa volta volevo fosse semplice per me che ogni settimana sceglierò una creazione o una foto che mi piace nel mondo craft (rigorosamente citando le fonti) e semplice per voi che semplicemente vedrete un'ispirazione ogni venerdì. (La citazione nel titolo spero di non dovervela spiegare!)


giovedì 12 settembre 2013

Nuovi inizi e nuovi strumenti

E rieccoci in settembre, mese di inizi, ri-inizi e dove per forza di cose si vivono cose nuove. 
Le mie non sono tante, più che altro ho recuperato un po' di energie e voglia di fare e soprattutto ho recuperato qualche strumento nuovo. 

 
Ed ecco quindi che appare sul mio tavolo tuttofare una bella morsa (da notare il tocco di colore in tonalità perfetta per il tavolo!) che spero di sfruttare al meglio per diverse idee e soprattutto per lavorare su queste nuove scoperte:
 

Come al solito ci vuole una giusta dose di fortuna insieme allo spirito di osservazione per scoprire nuove cose, in questo caso mentre ero in un supermercato di bricolage e mi guardavo in giro aspettando il moroso che si perdeva nel reparto idraulica ho buttato come sempre lo sguardo su tutto ciò che è rame, di fianco a tubi di rame lunghi 3 metri che guardavo adorante ma non sapevo come infilarli in macchina per portarli a casa ho visto queste belle confezioncine di manicotti in rame in diversi diametri da prendere rigorosamente a manciate, ecco, non potevo lasciarli lì!!

Spero di riuscire presto a fare qualche esperimento, dopo un po' di inattività ci vuole sempre qualcosa che stimoli un nuovo inizio, come settembre!
E voi cosa fate di nuovo in questo mese?
ciao ciao!!

lunedì 2 settembre 2013

Uno, nessuno e centomila siti di handmade

Foto da kawaiigoodies

Oggi pensavo a questa cosa: quanti siti conoscete di vendita on line di oggetti fatti a mano e vintage italiani o tradotti in italiano? Fino a pochi anni fa si contavano sulle dita di una mano, adesso ammetto di aver perso il conto, tra siti stranieri tradotti e siti italiani c'è veramente l'imbarazzo della scelta..
Vi elenco quelli che conosco:

Etsy
Babirussa
Misshobby
Dawanda
Alittlemarket
Artesanum
Ulaola
Blomming
BuruBuru

...forse ne avrò saltati alcuni che non ho mai sentito nominare, e visto che non li conosco tutti personalmente non voglio fare paragoni o descriverne le caratteristiche, la domanda che mi faccio è solo questa:
secondo voi perchè in questi ultimi 2-3 anni si sono diffusi così tanto in Italia?

La prima risposta che mi dò è moda: l'handmade e il faidate ultimamente sono una vera e propria moda on-line, vuoi per la famosa e odiata crisi, vuoi per voglia di evadere da lavori in cui si usa molto la mente e poco le mani o solo per avere la soddisfazione di dire "questo l'ho fatto io", di sicuro non c'è rivista, canale TV o video tutorial che non parli di autoproduzione, creazioni artigianali, fatto a mano e faidate.

Un'altra risposta che mi dò è successo: ogni novità ha il suo tempo di incubazione, infatti dal 2005 quando viene aperto il portale Etsy di tempo ne è passato e adesso il sito è il principale portale di handmade, vintage e supplies mondiale, immagino che durante questi 8 anni ne siano nati di siti simili, magari alcuni avranno chiuso mentre altri avranno avuto più o meno successo, ma nel nostro paese come sempre le idee americane ci mettono un po' ad arrivare e quindi ecco che solo da pochi anni si può veramente parlare di handmade venduto on-line senza ricevere risposte come "eh? hand cosa? si mangia?"

Un ultima risposta nella mia riflessione personale unisce competizione e opportunità: prima i canali erano pochi e avevano (e forse hanno ancora) costi elevati per le inserzioni e per la vendita, con l'arrivo di diversi portali finalmente oltre a un po' di competizione che fa sempre bene si può finalmente scegliere il portale adatto alle proprie esigenze sia per quanto riguarda il servizio sia per quanto riguarda la spesa.
Inoltre alcuni erano solo in inglese (o poche altre lingue) mentre finalmente anche i siti stranieri si sono ricordati della lingua di Dante e dei tanti italiani che magari già scettici nell'acquistare on-line erano frenati dalla poca conoscenza della lingua inglese.

Oltre a queste risposte che iniziano e finiscono nella mia mente che non sta ferma un attimo sono però curiosa di sentire la vostra, se vi siete chiesti come mai ci sono tanti portali di vendita on-line di handmade e altro, se è un bene, un male, è indifferente..su su, ditemi la vostra, sono pronta ad leggere ogni commento!
ciao!!


giovedì 25 luglio 2013

Blocco dello scrittore (di blog)


Lo confesso, nonostante abbia avuto tanto tempo libero e abbia creato diversi nuovi gioielli in questi mesi..non sapevo cosa scrivere sul blog. Non so bene perché, e visto che l’unico argomento che mi sia venuto in mente è proprio che non so cosa scrivere, perché non parlare proprio di questo?

Vi è mai capitato? Perché penso possa capitare a chi magari scrive per lavoro sia esso uno scrittore o un giornalista magari, ma un blog dedicato alle proprie creazioni normalmente è silenzioso se non si crea nulla di nuovo o si è troppo impegnati per dedicarsi a un nuovo post (fotografa, pensa, scrivi, cancella, riscrivi, linka, ecc)..io non so invece che scusa inventare, di tempo ne ho avuto, di creazioni (anche se poche) ne ho fatte e le anche pubblicate su Etsy, ho fatto anche una light box ricavata dallo scatolone della pentola a pressione, cosa mi ha frenato dallo scrivervi?


Magari semplicemente avevo meno voglia di scrivere o condividere quello che facevo, penso possa capitare, non mi piace che siate costretti a sorbirvi ogni nuova creazione che creo se non ho niente da dire per descriverla e il post diventa semplicemente  una serie di foto con una descrizione senza dirvi niente di più. 
E quindi sì, non sapevo cosa scrivervi e sono qui..a scriverlo, ironico ma è la verità!

E per dare almeno un minimo di significato in più a questo post forse inutile ho inserito qualche foto degli anelli che ho fatto di recente, così hanno almeno uno spazio anche loro in questo blog!
Ciao ciao!

martedì 2 luglio 2013

Seguire il mio blog: cosa cambia?

Da ieri uno dei prodotti di Google, Google reader, non è più accessibile, e come per altri prodotti tolti da Google ha preso posto nel cimitero virtuale di Google (sì, ci si può mettere anche un fiore!).

Google-Reader-chiude-ecco-perche_h_partb

Fonte – Credits: Google

Per chi non conoscesse questo feed reader era il servizio di Google per radunare in un unico lettore tutti i feed del blog seguiti e poterli leggere insieme, vederne un’anteprima e magari tenere conto di quelli letti e quelli non letti, utile quando per tanto tempo non puoi accedere a internet e magari vuoi comunque essere aggiornato sugli ultimi post dei tuoi blog preferiti. E’ differente da Google friend connect, il sistema che trovate a fianco di questo post e che permette di seguire il mio blog ma funziona automaticamente solo tramite la bacheca di blogger in cui si trovano tutti i blog su Google ma che dà semplicemente il fiume continuo di nuovi post.

Penso che nonostante la scomodità di questa chiusura la decisione di Google faccia capire che anche una azienda come la loro deve rinnovarsi e magari trovare soluzioni nuove rinunciando alle soluzioni che non funzionano più (o che sono poco remunerative), ormai poi la condivisione dei post non avviene solo tramite RSS feed ma può avvenire in tanti modi e evidentemente a Google non conveniva più seguire questo progetto. Rimane però che per seguire allo stesso modo i blog su blogger o di altri portali esiste un’infinità di feed reader che potete cercare (non vi dico dove perchè direi che è ovvio!) scegliendo quello che preferite.

Quello che ho trovato più utile perchè molto diffuso tra i blog che preferisco è Bloglovin’, il quale prima di tutto ha la possibilità di importare gli RSS feed ma soprattutto permette di seguire con maggiore ordine i blog che vi piacciono (è da ieri che cerco di organizzarli in cartelle!), permette di vedere quali post sono da leggere e permette anche di scoprirne di nuovi.

Ovviamente permette di inserire il proprio blog e permette quindi alle altre persone di seguirlo tramite bloglovin’ (sempre qui a fianco trovate il viso di una donna, cliccate sopra se volete seguirmi anche lì!)

Per ora sembrano finiti i cambiamenti e questo è quello che ho capito dopo aver letto tanti interventi su questo tema, se avete qualche domanda oppure ne sapete di più scrivetemi, sono sempre argomenti che per chi non è esperto aprono sempre nuove domande e quindi non si finisce mai di scoprire qualcosa!

ciao ciao!

mercoledì 26 giugno 2013

Nuovo amore: washi tape

Washi significa “carta (=shi) giapponese (=wa)” e indica un particolare tipo di carta di riso decorata fatta a mano tipica del Giappone con cui si costruiscono per esempio gli origami.

Washi tape è la versione adesiva di questa carta, simile a quello che noi chiamiamo nastro carta o carta gommata, ed è ormai diventata una moda per ogni crafter che si rispetti, ho fatto una prova veloce cercando washi tape su pinterest, il mio computer penso non possa reggere la quantità di immagini uscite e le quantità di cose che si possono fare..

Su questi nastri trovate decorazioni di tutti i tipi, e dopo tanto tempo passato con gli occhi a cuoricini decidendo quale comprare mi sono convinta e ho provato a iniziare a piccole dosi comprandone 3 in un negozio molto fornito di Singapore:

washi tape 

Li ho scelti principalmente per decorare i pacchettini per le mie creazioni, ho infatti scelto un washi tape con la scritta “made with love” e uno più colorato e semplice con tanti pallini..

washi tape equazioni

..ma questo invece l’ho presa semplicemente perchè era troppo bello, il colore mi piace molto e le equazioni sono nerd lo so ma finalmente le posso guardare senza doverle odiare perchè le devo studiare, oltretutto mi sembrano molto decorative!

Ed ecco che mi sono già appassionata a una cosa nuova e adesso..via a tappezzare casa con questi nastri, è riposizionabile e quindi non crea problemi su quasi tutte le superfici!

Ciao ciao!

martedì 18 giugno 2013

Collana Rah

Collana ciondolo ottone triangolare e sw verde 4

Ra, o il Dio Sole, è la più importante divinità della civiltà egizia. Il suo simbolo è l’occhio di Horo, simbolo di prosperità, potere regale e buona salute. Gli antichi egizi svilupparono anche un sistema di unità di misura dei cereali legata a questo simbolo.

Collana ciondolo ottone triangolare e sw verde

Ogni volta che creo qualcosa di particolare, anche se la sua nascita è magari senza senso (volevo semplicemente copiare un ciondolo di una collana H&M visto su una rivista) mi spinge poi a trovargli un giusto nome per dargli un giusto significato sia per il tempo speso a creare sia per non definirla una semplice “collana in ottone e swarovski verde” così ho voluto un nome che richiamasse lo stile un po’ egizio e il colore dell’ottone, giallo e splendente come il sole di questo periodo.

Collana ciondolo ottone triangolare e sw verde 3 Inoltre quando cerco un nome per una creazione è sempre un momento in cui imparo qualcosa o riprendo cose che sono passate per la mia mente tanto tempo fa da non poterle ricordare se non in modo offuscato, ed è sempre un piacere sfruttare anche queste occasioni per imparare!

La collana la potete trovare come sempre nel mio negozio Etsy, ciao ciao!